Scroll to top
  • ORARIO UFFICIO: 09.00 - 17.00

Come aumentare le visite al sito

Per aumentare le visite al sito e valutare il successo di un sito web uno degli aspetti da tenere in considerazione è senza dubbio il traffico, quindi il numero di persone che accedono al sito e che in alcuni casi diventano anche clienti.
Perché questo avvenga ci sono da valutare un insieme di elementi:

Ottimizzazione sui motori di ricerca
Il primo investimento da considerare è quello sulla SEO cioè l’ottimizzazione sui motori di ricerca, tenendo conto però della competitività, analizzando a fondo il mercato, il proprio settore e le necessità dei proprio pubblico.
E’ molto utile studiare come operano i propri competitors e capire pagina per pagina se il nostro sito raggiunge dei risultati cercando sempre di soddisfare il proprio pubblico con in informazioni costanti e interessanti.

Per l’ottimizzazione è molto importante saper individuare le parole chiave che contraddistinguono il nostro target senza limitarsi a keywords generiche ma affidandosi a quelle che sono le “long tail keywords”, ossia le parole chiave dalla lunga coda, quindi il gioco è quello di crearne lunghe almeno di quattro o cinque parole dato che gli utenti cercano sempre di più contenuti specifici e dettagliati.

Grafica e qualità
Anche per quanto riguarda un sito web la prima impressione conta e per questo motivo esso dovrebbe avere un aspetto grafico, allo stesso tempo interessante e professionale ma soprattutto deve essere di facile navigazione, sviluppato con tecnologia responsive e progettato in HTML5 in caso contrario gli utenti lo abbandoneranno entro pochi secondi e vedrai aumentare la frequenza di rimbalzo.

Per migliorare la velocità di caricamento il primo passo da fare è ottimizzare le immagini e utilizzare un hosting web veloce e sicuro, per ottenere un traffico più organico.
In alcuni casi possono essere presenti quelli che vengono definiti “broken links”, ossia tutti quei link presenti che, una volta cliccati non portano in nessun’altra pagina questi potrebbero far perdere una fetta importante di traffico e dare l’impressione di poca professionalità.

Chat e Newsletter
Il sito web di un professionista o di un’azienda punto molto alle vendite quindi devi anche considerare che alcuni visitatori potrebbero abbandonare il tuo sito perché non riescono a trovare un soluzione al loro problema e una soluzione può essere quella di inserire una chat per offrire soluzioni in tempo reale

Inoltre se sei un’azienda che riesce ad avere la possibilità di possedere grandi liste di email grazie all’iscrizione verso il tuo sito web al rilascio del consenso sul trattamento dei dati alla creazione delle landing page o l’utilizzo della newsletter, puoi mantenere un contatto costante e incrementare di numero queste liste.

In particolare la newsletter è uno dei tipi di contenuto più condivisi la sua caratteristica è la regolarità con la quale potrai tenere aggiornati gli utenti con articoli contenenti il link al tuo sito o informandoli semplicemente sulle ultime novità relative ai tuoi contenuti o alla tua azienda stessa, incentivandoli verso le conversazioni e le interazioni.

Google Adwords e i Social Networks
Attualmente uno dei migliori modi per migliorare la visibilità soprattutto se il tuo sito è appena stato creato, è l’utilizzo delle sponsorizzazioni di Google Adwords, che ti permette di analizzare a fondo i parametri e passo dopo passo potrai anche migliorare le tue campagne, non dimenticandoti dei social network, in particolar modo se la tua azienda ha la necessità di una comunicazione continua.
Il più utilizzato, al giorno d’oggi non solo per la comunicazione ma anche per le sue sponsorizzazioni e per la facilità di gestione delle campagne, è senza alcun dubbio Facebook, considerato ormai il fulcro del web marketing nel quale potrai anche valutare le reazioni del tuo pubblico e magari fargli delle piccole interviste grazie ai post sulla pagina dedicata alla tua azienda.

Molto utili possono essere anche le infografiche proprio all’interno della propria pagina Facebook essendo delle rappresentazioni grafiche delle informazioni permette all’utente una più facile condivisione delle stesse e, soprattutto un’analisi più semplice e immediata.

I social sono una risorsa potrai inserire i bottoni social sul tuo sito ma tenendo conto che non basta creare la tua pagina senza curarla e soprattutto senza monitorare la sua crescita o le conversazioni che nascono in essa, dovrai infatti dimostrare ai tuoi utenti il tuo punto di vista e offrire consigli e spiegazioni sugli argomenti trattati.

Inoltre con i social network potrai promuovere dei concorsi a premi premiando i clienti o gli utenti che sono riusciti a produrre il maggior numero di condivisioni, magari regalando un prodotto della tua azienda allo stesso tempo facendoti conoscere grazie alle condivisioni e facendo utilizzare i tuoi prodotti, quindi una pubblicità quasi gratuita.

Blog
Se invece vuoi puntare tutto proprio sulla comunicazione costante è molto utile creare un blog all’interno del sito tenendo conto delle ricerche dei clienti, progettando un vero e proprio piano editoriale, condividendo sui social i tuoi contenuti e inserendo della call to action riuscendo, in questo modo a incrementare notevolmente le visite, offrendo dei contenuti gratuiti e di qualità, creando così il tuo pubblico fidelizzato e migliorando anche il posizionamento del sito sui motori di ricerca.

Uno degli obiettivi che non devi perdere di vista oltre al numero di visite è la durata delle visite stesse per poterla prolungare puoi inserire all’interno del tuo blog dei tutorial o addirittura dei podcast in modo che gli utenti considerino il tuo sito una vera e propria risorsa.

Youtube
Inoltre non dimenticare che puntare alla creazione di video inerenti i tuoi contenuti non è mai un male devi considerare che YouTube è il secondo motore di ricerca più utilizzato è proprietà di Google e con esso potrai migliorare l’indicizzazione ed aggiungere link alle tue pagine o invitare gli utenti che accedono al canale.

Google Analytics
Dopo un primo periodo dalla nascita del sito web in cui hai utilizzato alcuni o tutti questi strumenti, il passo successivo da fare sarebbe quello di analizzare il traffico che approda sul tuo sito quindi da dove provengono i visitatori, quanto tempo sono rimasti sul tuo sito, che parole chiavi hanno utilizzato e se il traffico è casuale o fidelizzato.
Questo è sicuramente utile per vedere come cambia il traffico e se diminuisce come poter interagire per invertire la rotta per poterlo fare uno dei migliori strumenti è proprio quello di Google, chiamato “Google Analytics”.
Aumentare le visite al sito può sembrare un lavoro semplice ma è un’attività a tempo pieno che non può essere lasciata al caso. Con un pochino di pazienza e grandissima costanza, utilizzando gli strumenti di cui abbiamo parlato, potrai ottenere risultati veramente soddisfacenti.

Related posts